News

Studio Legale Mazza > News (Page 13)

Imprese, Filiere, Innovazione, Obiettivo Crescita

Corporation Creazione di 20 filiere Politiche industriali più adatte al nuovo contesto e più incisive A dicembre il Consiglio generale di Confindustria Emilia aveva approvato la nuova organizzazione in filiere: un cambio di mentalità che porta l’associazione dentro l’idea innovativa delle filiere, lasciando il solco della tradizione della suddivisione in settori, che ovviamente non spariscono ma rimangono un substrato del nuovo sistema. “Il percorso ci ha portato alla creazione di 20 filiere, di cui 17 parlano di manifattura, perché la manifattura è il nostro cuore”, spiega il presidente di Confindustria Emilia Alberto Vacchi. “Abbiamo presentato la prima bozza di lavoro a tutti i colleghi imprenditori,...

Leggi di più

Investimenti e Infrastrutture, Fondo, Parere Favorevole, Cons. St., sez. cons. atti norm., 12 giugno 2018, n. 1529

Sezione Consultiva per gli Atti Normativi Il Consiglio di Stato ha reso il parere favorevole sullo schema di d.P.C.M. di ripartizione del fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese Finanziamento a partire dal 2017 e fino al 2032 L’istituzione del Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese e il suo rifinanziamento. Le fonti di riferimento. La legge di bilancio 2017 (11 dicembre 2016, n. 232), al comma 140, ha istituito, nello stato di previsione del Ministero dell’economia, un Fondo, denominato “Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese”, del quale -...

Leggi di più

Amministrativo, Contratti della Pubblica amministrazione, Avvalimento, Possesso di requisiti integranti la capacità tecnico-professionale ed economico-finanziaria, Indicazione referente tecnico con riferimento ai requisiti esperienziali, Sufficienza, Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Trento, Sezione Unica, sentenza 11 giugno 2018, n. 128

Distinzione tra avvalimento c.d. di garanzia e avvalimento c.d. tecnico od operativo Il Tar ha richiamato ​Cons. St., sez. V, 28 febbraio 2018, n. 1216 E’ legittimo il contratto di avvalimento per il possesso di requisiti integranti la capacità tecnico-professionale ed economico-finanziaria che, con riferimento ai requisiti esperienziali caratterizzati da astrattezza, indichi un referente tecnico, non essendo necessaria la messa a disposizione di mezzi e attrezzature (1). (1) Ha ricordato il Tar che la giurisprudenza ha in più occasioni affrontato la distinzione tra avvalimento c.d. di garanzia e avvalimento c.d. tecnico od operativo, sulla quale si sono diffusamente soffermate le parti nelle rispettive...

Leggi di più

Processo amministrativo, Prove, Verificazione, Vincolatività per il Collegio giudicante, Esclusione, Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Trento, Sezione Unica, sentenza n. 135 del 14 giugno 2018

La verificazione disposta dal Collegio non vincola per quanto riguarda le considerazioni da trarre dai dati accertati, ma fornisce solo elementi di fatto, le cui conseguenze spettano al Giudice (1). (1) Ha chiarito il Trga Trento che nel caso di verificazione disposta su un ricorso in materia di appalti pubblici l'esame del verificatore deve rimanere ristretto al singolo appalto oggetto del giudizio, mentre le considerazioni in ordine alla tenuta complessiva della strategia aziendale dell'impresa concorrente, estesa all'acquisizione di ulteriori commesse, non possono essere considerate al fine della decisione sull'esito della procedura concorsuale. Fonte Giustizia Amministrativa...

Leggi di più

Amministrativo, Contratti della Pubblica amministrazione, Subappalto, Quote, Limiti ex art. 118, d.lgs. n. 163 del 2006, Conformità alla disciplina europea, rimessione alla Corte di Giustizia Ue, Cons. St., sez. VI, ord., 11 giugno 2018, n. 3553

Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (TFUE), D.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, Direttiva UE 2004/18 e Direttiva UE 2014/24 Deve essere rimessa alla corte di giustizia la questione se i principi di libertà di stabilimento e di libera prestazione di servizi, di cui agli artt. 49 e 56 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (TFUE), gli artt. 25 della Direttiva 2004/18 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 31 marzo 2004 e 71 della Direttiva 2014//24 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014, che non contemplano limitazioni per quanto concerne la quota subappaltatrice ed il ribasso da applicare...

Leggi di più

Imprese, Finanziario, Mercati dei Capitali, Crowdfunding, Proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai fornitori europei di servizi di Crowdfunding per le imprese

Motivi e obiettivi della proposta La Commissione ha adottato oggi un pacchetto di misure volte ad approfondire l’Unione dei mercati dei capitali e la comunicazione “Completare l’Unione dei mercati dei capitali entro il 2019. È tempo di accelerare la realizzazione”. Oltre alla presente proposta, il pacchetto include una proposta per un quadro di riferimento dell’UE in materia di obbligazioni garantite, una proposta volta ad agevolare la distribuzione transfrontaliera dei fondi d’investimento, una proposta sulla legge applicabile all’opponibilità ai terzi della cessione dei crediti e una comunicazione sulla legge applicabile agli effetti patrimoniali delle operazioni su titoli. La presente iniziativa si iscrive nel quadro della...

Leggi di più

Imprese, Finanziario, Borsa, Mercati di crescita per le PMI, Proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica i regolamenti (UE) n. 596/2014 e (UE) 2017/1129 per la promozione dell’uso dei mercati di crescita per le PMI

Motivi e obiettivi della proposta Ampliare l’accesso alle fonti di finanziamento basate sul mercato per le imprese europee in ogni fase del loro sviluppo è un obiettivo fondamentale dell’Unione dei mercati dei capitali (UMC). Dall’avvio del piano d’azione per l’Unione dei mercati dei capitali, l’Unione europea ha compiuto notevoli progressi per aumentare le fonti di finanziamento via via che le imprese si espandono ed aumentare la disponibilità di finanziamenti basati sul mercato in tutta l’UE. Sono già in vigore nuove norme per stimolare gli investimenti dei fondi UE per il capitale di rischio (EuVECA) nelle start-up e nelle piccole e medie imprese. Insieme al Fondo europeo...

Leggi di più

Codice contratti pubblici, Direttore lavori, Decreto 7 marzo 2018, n. 49

In vigore dal 30/05/2018 il Decreto 7 marzo 2018, n. 49 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Regolamento recante: «Approvazione delle linee guida sulle modalita' di svolgimento delle funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell'esecuzione». Decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.111 del 15-05-2018...

Leggi di più

Ambiente, Sviluppo Sostenibile, Protocollo d’Intesa, Italia e Tunisia

Il Ministero dell’Ambiente italiano e il Ministero dell’Agricoltura, delle Risorse Agricole e della Pesca della Repubblica Tunisina hanno firmato ieri, a Roma, un Protocollo d’Intesa per la cooperazione nel campo dello Sviluppo Sostenibile. In base al Protocollo, Italia e Tunisia si impegnano contribuire agli obiettivi di riduzione delle emissioni e adattamento al cambiamento climatico fissati dal Governo tunisino (Nationally Determined Contributions - NDCs) attraverso progetti nei settori dell’agricoltura, della pesca, delle risorse idriche e degli ecosistemi. Il Protocollo è la tappa più recente di una lunga collaborazione tra il Ministero dell’Ambiente italiano e le istituzioni tunisine che ha portato, a febbraio 2017, alla firma...

Leggi di più

Amministrativo, Energia, Fonti rinnovabili, Parchi eolici, Tar Bari, sez. I, 24 maggio 2018, n. 737

Energie Alternative Rinnovabili Imposizione di oneri economici per l’installazione di un impianto eolico Energia elettrica – Fonti rinnovabili – Parchi eolici – Installazione del Comune – Imposizione di oneri economici – Esclusione. Ai fini dell’installazione dei cd. parchi eolici nel territorio comunale, il Comune non possa imporre alcun onere a carattere meramente economico-patrimoniale a carico del titolare dell’impianto, in quanto solo lo Stato e le regioni possono semmai prevedere misure compensative, mai meramente economiche, e solo di carattere ambientale e territoriale, tenendo conto sia delle caratteristiche precipue che delle dimensioni dell’impianto eolico, sia del suo impatto ambientale e territoriale (1). (1) Ha ricordato il...

Leggi di più