News

Studio Legale Mazza > News (Page 16)

Diritto Societario, Società di Capitali, Partecipazioni Sociali, Intestazione Fiduciaria, Corte di Cassazione, I Sez. civ., Ordinanza n. 3656 del 14/02/2018

La Sez. 1 ha affermato che in caso di intestazione fiduciaria di partecipazioni sociali, il fiduciante, il quale lamenti che la definitiva uscita dalla società del fiduciario, a seguito del mancato esercizio del diritto di opzione, sia dipesa dalla falsità della situazione patrimoniale, redatta dagli amministratori e sottoposta all’assemblea per l’abbattimento e la ricostituzione del capitale sociale, ex art. 2447 c.c., è legittimato ad esperire l’azione individuale del terzo di cui all’art. 2395 c.c. per il risarcimento del danno a lui direttamente cagionato dalla lesione al diritto al ritrasferimento della partecipazione sociale. Fonte Suprema Corte di Cassazione...

Leggi di più

Dazi Doganali, Prodotti fabbricati in base a Modelli o Marchi oggetto di licenza, Valore di transazione, Diritti di licenza, Inclusione, Corte di Cassazione, V Sez. Tributaria, Sentenza n. 8473 del 06/04/2018

In tema di dazi doganali, deve essere aggiunto al valore di transazione, nell’ipotesi di prodotti fabbricati in base a modelli o mediante marchi oggetto di contratto di licenza, il corrispettivo dei relativi diritti, a norma dell'art. 32 Reg. CEE Consiglio n. 2913 del 1992, come attuato dagli artt. 157, 159 e 160 Reg. CEE Commissione n. 2454 del 1993, qualora il titolare dei diritti immateriali sia dotato di poteri di controllo sulla scelta del produttore e sulla sua attività e sia il destinatario dei corrispettivi di tali diritti. Fonte Suprema Corte di Cassazione...

Leggi di più

Amministrativo, Procedimento amministrativo, Conferenza di servizi, Dissenso espresso da un’amministrazione preposta alla tutela di interessi sensibili, Superamento del dissenso da parte dell’amministrazione procedente, Necessaria rimessione della questione al Consiglio dei Ministri, Cass. Civ., Sez. Un., sentenza n. 9338 del 16 aprile 2018

Le Sezioni unite della Cassazione si pronunciano in ordine al superamento del dissenso espresso nella conferenza di servizi dalle amministrazioni preposte alla tutela di interessi sensibili In caso di dissenso espresso da un’amministrazione preposta alla tutela di un interesse sensibile, nel novero dei quali si colloca quello paesaggistico, il meccanismo previsto dal 3° comma dell’art. 14- quater della l. n. 241/90 impedisce alla conferenza di servizi di procedere ulteriormente e rende doverosa, ove l’amministrazione procedente intenda perseguire il superamento del dissenso, la rimessione della decisione al Consiglio dei ministri (1). (1) I. – Nella sentenza in epigrafe le Sezioni unite della Corte...

Leggi di più

Amministrativo, Commercio, Piano di commercio, Natura, Consiglio di Stato, sez IV, sentenza n. 2762 del 09/05/2018

Natura programmatoria del Piano di commercio Il Piano di commercio ha natura di atto di programmazione economica, finalizzato a conformare, anche sotto il profilo urbanistico, la distribuzione commerciale (1). (1) Ha chiarito la Sezione che natura di atto di programmazione economica, è, infatti, desunta dal giudice di primo grado dall’obiettivo del Piano di perseguire la “salvaguardia del sistema economico esistente”, con l’ulteriore precisazione che “i nuovi insediamenti non devono alterare l’organizzazione del sistema commerciale esistente”, ritenendo “l’organizzazione programmata sia già funzionale allo sviluppo coerente delle varie tipologie di vendita presenti nel territorio comunale”. A tale finalità economica, si sono poi aggiunte, nello stesso...

Leggi di più

Amministrativo, Contratti della Pubblica amministrazione, Acquisto o locazione di immobili, Principi applicabili, Art. 4, d.lgs. n. 50 del 2016, Consiglio di Stato, Commissione speciale n. 01241 del 10/05/2018

Il Consiglio di Stato ha reso il parere sulla disciplina dei contratti di acquisto o locazione di immobili L’art. 4, d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, così come modificato dall’art. 5, d.lgs. 19 aprile 2017, n. 56, letto in combinato disposto con l’art. 17, lett. a), dello stesso Codice dei contratti comporta che in riferimento ai contratti “aventi ad oggetto l’acquisto o la locazione, quali che siano le relative modalità finanziarie, di terreni, fabbricati esistenti o altri beni immobili o riguardanti diritti su tali beni” vanno rispettati i principi “di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità, pubblicità, tutela dell’ambiente...

Leggi di più

Bancario e Imprese, Garanzie e Credito alle imprese, Accordo su nuove garanzie sui crediti, Utilizzo delle nuove figure di garanzia introdotte dal DL 59/2016

Con la sottoscrizione di Alleanza delle Cooperative, Casartigiani, CLAAI, Confagricoltura, Confapi, Confartigianato, Confcommercio, Confedilizia, Confesercenti e Confimi Industria si allarga la compagine delle Organizzazioni aderenti all’accordo promosso da ABI e Confidustria, definito, con il patrocinio del Ministero dell’Economia e delle Finanze, per rendere più flessibile il sistema delle garanzie, accelerare i tempi di recupero dei crediti e assicurare un miglior servizio del credito alle imprese. ​L’iniziativa dà forza all’impegno per promuovere l’utilizzo delle nuove figure di garanzia introdotte dal DL 59/2016: il trasferimento sospensivamente condizionato di un bene immobile (c.d. Patto Marciano) e il pegno mobiliare non possessorio. In particolare, per il...

Leggi di più

Ambiente, Imprese, Bancario, Cambiamenti climatici e Agenda 2030, Accordo quadro

Cassa Depositi e Prestiti Con l’obiettivo di dar seguito agli impegni previsti dall’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici e dall’Agenda 2030, in data 4 maggio 2018 il Direttore generale per lo Sviluppo Sostenibile, per il danno ambientale e per i rapporti con l’Unione Europea e gli Organismi Internazionali, Francesco La Camera e la dr.ssa Antonella Baldino, Chief Business Officer di Cassa Depositi e Prestiti, hanno firmato un accordo quadro per l’istituzione di una piattaforma comune chiamata Climate & Sustainable Development Italian Platform”, con lo scopo di sostenere progetti e iniziative di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, prioritariamente nei Paesi in...

Leggi di più

Amministrativo, Contratti della Pubblica amministrazione, Esclusione dalla gara, Durc irregolare, Cons. St., sez. V, sentenza 26 aprile 2018 n. 2527

Contratti della Pubblica amministrazione – Esclusione dalla gara – Durc irregolare – Esclusione immediata - Durc irregolare di impresa ausiliaria – Art. 89, comma 3, d.lgs. n. 50 del 2016 – Regolarizzazione dell’impresa ausiliaria – Limiti. Risarcimento danni - Contratti della Pubblica amministrazione – Danno da perdita di chance favorevole – Criterio di quantificazione. Ai sensi dell’art. 89, comma 3, d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, il principio, secondo cui la stazione appaltante che, in sede di verifica del possesso dei requisiti dichiarati, riceve dall’ente previdenziale comunicazione di durc irregolare è tenuta ad escludere l’operatore dalla procedura, revocando l’aggiudicazione eventualmente effettuata, senza procedere al previo...

Leggi di più

Imprese, Finanziario, Borsa, Occhialeria italiana, Primato Mondiale, Export al 90% per 3,7 miliardi di euro totali

Il settore dell’occhialeria italiana si conferma il primo al mondo, soprattutto grazie all’export. Con una bilancia commerciale largamente in attivo (2.484 milioni di euro il saldo export-import), l’Italia conferma anche nel 2017 il suo primato nel settore dell’occhialeria mondiale. Un successo conquistato in larga parte grazie all’export, cui è destinato il 90% della produzione, per 3,7 miliardi di euro totali, con una crescita del +3,2% (2017), secondo gli ultimi dati Anfao (Associazione Nazionale Fabbricanti Articoli Ottici). I più “affezionati” all’occhiale made in Italy? Europei e americani, che assorbono rispettivamente il 50% e il 31,5% dell'export del settore. Luxottica e Safilo, i due colossi Pensando alle...

Leggi di più

Imprese, Finanziario, Borsa, Fondi, Meccanica, Eccellenza italiana, Giro d’affari complessivo di oltre 46 miliardi di euro

Italian factory, Innovazione, Spinta anche da Industry 4.0, Integrazioni aziendali Trai comparti più forti del settore troviamo quelli dell’idraulica e dell’oleodinamica La meccanica è da sempre il traino dell’industria italiana. E il comparto delle pompe idrauliche e oleodinamiche rappresenta una vera e propria eccellenza grazie alla spinta del colosso Interpump Con un giro d’affari complessivo di oltre 46 miliardi di euro, per più di 210mila addetti (dati Anima-Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica varia e affine), la meccanica si conferma il fiore all’occhiello dell’industria italiana, grazie anche alla spinta data dall’Industry 4.0, l’automazione industriale legata alla “rivoluzione digitale”. Tra i comparti più forti del settore troviamo quelli dell’idraulica e...

Leggi di più