News

Studio Legale Mazza > News (Page 31)

Concorrenza, Intese, Settore dei derivati, articolo 101 TFUE e all’articolo 53 dell’accordo SEE, Sentenza del Tribunale UE (Seconda Sezione ampliata) 10 novembre 2017 

«Concorrenza – Intese – Settore dei derivati sui tassi di interesse in yen – Decisione che constata sei infrazioni all’articolo 101 TFUE e all’articolo 53 dell’accordo SEE – Manipolazione dei tassi di riferimento interbancari JPY LIBOR e Euroyen TIBOR – Restrizione della concorrenza per oggetto – Partecipazione di un intermediario alle infrazioni – Procedimento “ibrido” di transazione – Principio della presunzione d’innocenza – Principio di buona amministrazione – Ammende – Importo di base – Adeguamento eccezionale – Articolo 23, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 1/2003 – Obbligo di motivazione» Nella causa T 180/15, omessi ricorrenti, contro Commissione europea,...

Leggi di più

Mercati degli strumenti finanziari, Nozione di “mercato regolamentato”, Direttiva 2004/39/CE, Sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (Quarta Sezione) 16 novembre 2017

«Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2004/39/CE – Mercati degli strumenti finanziari – Articolo 4, paragrafo 1, punto 14 – Nozione di “mercato regolamentato” – Ambito di applicazione – Sistema a cui partecipano broker che rappresentano investitori, da un lato, e agenti di organismi di investimento collettivo di “tipo aperto” con l’obbligo di eseguire ordini relativi ai loro fondi, dall’altro lato» Nella causa C 658/15, avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte, ai sensi dell’articolo 267 TFUE, dal College van Beroep voor het Bedrijfsleven (Corte d’appello per il contenzioso amministrativo in materia economica, Paesi Bassi), con decisione del 2 dicembre 2015, pervenuta in cancelleria il 7 dicembre 2015,...

Leggi di più

Diritto delle società, Offerte pubbliche di acquisto, Direttiva 2004/25/CE, Sentenza della Corte di Giusitizia dell’Unione Europea, (Terza Sezione) 20 luglio 2017

«Rinvio pregiudiziale – Diritto delle società – Direttiva 2004/25/CE – Offerte pubbliche di acquisto – Articolo 5, paragrafo 4, secondo comma – Possibilità di rettificare il prezzo dell’offerta in circostanze e secondo criteri chiaramente determinati – Normativa nazionale che prevede la possibilità per l’autorità di vigilanza di aumentare il prezzo di un’offerta pubblica di acquisto in caso di collusione tra l’offerente o le persone che agiscono di concerto con il medesimo e uno o più venditori» Nella causa C 206/16, avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte, ai sensi dell’articolo 267 TFUE, dal Consiglio di Stato, con ordinanza del 10 novembre 2015, pervenuta in cancelleria il...

Leggi di più

Appalto pubblico di servizi, attuazione del partenariato europeo, Sentenza della Corte di Giustizia UE (Quinta Sezione) 19 ottobre 2017

«Impugnazione – Responsabilità extracontrattuale dell’Unione – Appalto pubblico di servizi – Assistenza tecnica operativa volta a costituire e a gestire un meccanismo di rete per l’attuazione del partenariato europeo per l’innovazione “Produttività e sostenibilità dell’agricoltura” – Rigetto dell’offerta di un concorrente – Offerta anormalmente bassa – Procedimento contraddittorio» Nella causa C 198/16 P, avente ad oggetto l’impugnazione, ai sensi dell’articolo 56 dello Statuto della Corte di giustizia dell’Unione europea, proposta l’8 aprile 2016, omesso, con sede in Bruxelles (Belgio), ricorrente, procedimento in cui l’altra parte è: Commissione europea, in qualità di agenti, con domicilio eletto in Lussemburgo, convenuta in primo grado, LA CORTE (Quinta Sezione),     vista la fase scritta del procedimento, vista la decisione, adottata dopo aver sentito...

Leggi di più

Marchio dell’Unione europea, Azioni civili sulla base di marchi dell’Unione europea e di marchi nazionali, Azione fondata su un marchio nazionale seguita da un’azione fondata su un marchio dell’Unione europea, Sentenza della Corte di Giustizia UE (Seconda Sezione) 19 ottobre 2017

«Rinvio pregiudiziale – Regolamento (CE) n. 207/2009 – Marchio dell’Unione europea – Articolo 109, paragrafo 1 – Azioni civili sulla base di marchi dell’Unione europea e di marchi nazionali – Litispendenza – Nozione di “stessi fatti” – Utilizzo del termine “...

Leggi di più

Dazio antidumping definitivo, Regolamento di esecuzione (UE) n. 1238/2013, Sentenza della Corte di Giustizia UE (Nona Sezione) 9 novembre 2017

«Impugnazione – Dumping – Regolamento di esecuzione (UE) n. 1238/2013 – Articolo 3 – Importazioni di moduli fotovoltaici in silicio cristallino e delle loro componenti essenziali (celle) originari o provenienti dalla Cina – Dazio antidumping definitivo – Esenzione delle importazioni oggetto di un impegno accettato – Separabilità» Nella causa C 204/16 P, avente ad oggetto l’impugnazione, ai sensi dell’articolo 56 dello Statuto della Corte di giustizia dell’Unione europea, proposta l’11 aprile 2016, Omesso ricorrente, procedimento in cui le altre parti sono: omesso ricorrenti in primo grado, Consiglio dell’Unione europea, convenuto in primo grado, Commissione europea, in qualità di agenti, omesso intervenienti in primo grado, LA CORTE (Nona Sezione), ha pronunciato la seguente Sentenza 1        Con la sua impugnazione la...

Leggi di più

Diritto bancario, Suprema Corte di Cassazione, ordinanza del 04 ottobre 2017 n. 23192/17, non sono dovuti gli interessi sia corrispettivi sia moratori che superano il tasso soglia

In tema di contratto di mutuo, l'art 1 della legge n. 108 del 1996, che prevede la fissazione di un tasso soglia al di là del quale gli interessi pattuiti debbono essere considerati usurari, riguarda sia gli interessi corrispettivi sia quelli moratori (Cass. 04 aprile 2003 n. 5324). Ha errato, allora, il Tribunale nel ritenere in maniera apodittica che il tasso soglia non fosse stato superato nella fattispecie concreta, solo perchè non sarebbe consentito cumulare gli interessi corrispettivi a quelli moratori al fine di accertare il superamento del detto tasso (Cass. Ord 5598/2017; con principio già affermato da Cass. 14899/2000. Fonte...

Leggi di più

Proprietà intellettuale e industriale – Marchio dell’Unione europea, Sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, Nona Sezione, 19 ottobre 2017

«Rinvio pregiudiziale – Proprietà intellettuale e industriale – Marchio dell’Unione europea – Regolamento (CE) n. 207/2009 – Articolo 96, lettera a) – Azione per contraffazione – Articolo 99, paragrafo 1 – Presunzione di validità – Articolo 100 – Domanda riconvenzionale di nullità – Relazione tra un’azione per contraffazione e una domanda riconvenzionale di nullità – Autonomia processuale» Nella causa C 425/16, avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte, ai sensi dell’articolo 267 TFUE, dall’Oberster Gerichtshof (Corte suprema, Austria), con decisione del 12 luglio 2016, pervenuta in cancelleria il 1° agosto 2016, nel procedimento omesso contro omesso LA CORTE (Nona Sezione), omesso ha pronunciato la seguente Sentenza 1        La domanda di pronuncia pregiudiziale verte sull’interpretazione dell’articolo 99, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 207/2009...

Leggi di più